fbpx
diaframma

Il nostro corpo custodisce 5 diaframmi, posizionati distanti tra loro, ma tutti interconnessi e  tutti essenziali per il nostro benessere psicofisico.

Il padre dell’osteopatia Andrew Taylor Stil diceva a proposto del diaframma “Per mezzo mio vivete e per mezzo mio morite, nelle mani ho potere di vita o morte, imparate a conoscermi e siate sereni”.

I 5 diaframmi sono così distribuiti

-Diaframma tentorio, nel cranio alla base cervelletto tra il 5° e il 6° chakra

-Diaframma buccale nel palato

-Diaframma toracico superiore

-Diaframma respiratorio 4° chakra

-Diaframma pelvico, che ha la forma di una cupola rovesciata che risiede nel bacino ed è sede del nostro 1°chakra

Quelli principali perché hanno dimensioni maggiori rispetto agli altri, sono il diaframma toracico, pelvico e tentorio.

Perché è importante sbloccare il diaframma

Il diaframma è uno dei muscoli più importanti per il nostro organismo, è responsabile del funzionamento di molti organi vitali, del sistema circolatorio, respiratorio e digestivo e da lui dipende in parte il nostro benessere psicofisico.

Quando il diaframma toracico è allenato, sbloccato e flessibile, espleta la sua funzione in maniera completa conferendo beneficio anche agli altri diaframmi e di conseguenza a tutti gli organi che da questi dipendono.

Il diaframma toracico è simile ad una piccola cupola rovesciata che divide la zona addominale da quella toracica, ha una conformazione asimmetrica, leggermente più alto a destra a causa della vicinanza del fegato.

Moltissime problematiche del nostro corpo, nascono da un malfunzionamento del diaframma, che può essere risolto attraverso un percorso riabilitativo, che le responsabili dei centri estetici possono imparare durante il mio corso programmato per il 29/30 Settembre prossimo, Camerano (Ancona).

Scopri di più qui 

I bambini utilizzano il diaframma in modo eccellente, respirano normalmente gonfiando e sgonfiando la pancia completamente, fino ai 7 anni.

Spesso, dopo questa età, i bambini entrano in una nuova fase di sviluppo e crescita, e tendono ad allineare la respirazione e il ritmo a quello mantenuto come abitudine (errata) dai genitori, in particolar modo dalla mamma.

Noteremo che una vita frenetica, stressata, squilibrata ci porta ad avere un respiro corto, affannato, incompleto, ad inspirare ed espirare velocemente e distrattamente, senza dare dunque al diaframma la possibilità di lavorare adeguatamente. I bambini copiano inconsciamente questo meccanismo e lo riproducono a loro volta.

Conseguenze del diaframma bloccato

Il muscolo del diaframma è collegato al nervo vago, per cui le relazioni pressorie tra torace e addome sono  fondamentali per una corretta fisiologia.

Il diaframma, detto anche muscolo della serenità è connesso con stomaco, milza, cuore, polmoni, fegato e reni, nel caso in cui di diaframma è bloccato, anche gli altri organi funzionano male, è infatti possibile avvertire e notare un’accentuazione della curva lombare e cervicale che possono dipendere dalla rigidità del diaframma, ed avere come conseguenze disturbi gravi di sciatalgia e lombalgia, ma non solo.

La medicina ayurveda e lo yoga dividono il corpo umano in ruote energetiche, i chakra, ovvero centri di energia e consapevolezza invisibili, situati in prossimità dei nostri principali plessi nervosi, ognuno di essi ha un significato.

Il chakra del plesso solare è collegato al diaframma toracico, e in caso di rigidità, può comportare problemi nell’affermazione di se, autostima, stanchezza e disturbi digestivi.

Benefici di un diaframma funzionante

Quando il diaframma toracico funziona, c’è un miglioramento complesso della respirazione, migliore qualità del sonno, minor rischio di ansia e depressione e si tende ad uno stato di benessere psicologico ed emotivo.

Il corpo umano, è una macchina perfetta, sempre alla ricerca dell’equilibrio, e si adatta alle diverse situazioni.

Ogni emozione ha effetti sui nostri diaframmi, per questo motivo, avere un diaframma, flessibile, libero, non contratto, migliora l’ossigenazione dei tessuti, la postura, riduce problemi di  stitichezza, i disturbi del sonno, riduce il rischio di attacchi di panico, ansia e stress.

Perché l’estetista deve saper trattare il diaframma

Il Centro Estetico, con il suo personale preparato e formato, deve saper lavorare con il diaframma, per ottenere il miglior risultato dai trattamenti proposti ai propri clienti.

Per questo ho organizzato un corso il 29 e 30 Settembre a Camerano (Ancona) per estetiste e addetti ai lavori.

Scopri di più qui

Il diaframma toracico porta ossigenazione e circolazione, irrora vasi sanguigni e distribuisce linfa a tutti gli organi, favorendo la disintossicazione dei tessuti, della pelle e assicura il buon funzionamento del sistema circolatorio e linfatico, aiuta e stimola il processo di autoregolamentazione dell’organismo.

I trattamenti estetici raggiungono risultati eccellenti con un diaframma sbloccato. Questo infatti agevola e facilita la perdita di peso, la riduzione della cellulite e della ritenzione idrica, riduce i formicolii e i dolori cervicali o le emicranie.

AAiuta altresì la regolamentazione del ciclo mestruale e i problemi a livello di incontinenza e apparato riproduttivo.

Prendersi cura del proprio diaframma, è un atto di amore verso il nostro corpo fisico e mentale.

Sara

 

 

Sei un’estetista e desideri scoprire le nuove promozioni …


    Sara Palombarani

    Sara Palombarani

    Consulente

    Sono una consulente per l’estetica multibrand zona Marche, tratto Ishi, Zao, Polo, Osmosys, se desideri informazioni e consulenze per il tuo centro estetico non esitare a contattarmi senza impegno.

    Contatta Sara

    Condividi questa pagina:

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Iscriviti alla Newsletter

    Se desideri rimanere aggiornato su tutte le novità e gli eventi relativi al campo estetico, iscriviti alla mia Newsletter

    × Scrivimi su Whatsapp